Il sesto numero della foodzine italiana, in uscita il 19 Ottobre, sostiene Food for Soul: per ogni copia venduta, 1 euro sarà devoluto all’Associazione ONLUS. Tra le storie incluse nell’ultima uscita, anche un racconto dei progetti Food for Soul di Bologna e Rio de Janeiro 

Ceci n’est pas un magazine di cucina. O almeno, non nell’ottica in cui siamo abituati a immaginare la solita rivista che intervalla ricette a recensioni di prodotti e ristoranti. Dispensa -generi alimentari e generi umani- è un bookazine indipendente che raccoglie storie, parole e immagini provenienti dal mondo del cibo, con gli occhi del cibo stesso. Menzionato anche dal Monocle Guide to Drinking and Dining, Dispensa si afferma come un progetto unico nello scenario contemporaneo dell’editoria e del food writing. Il semestrale fondato e diretto da Martina Liverani arriva con la sesta uscita al suo terzo anno di vita, e si prepara a varcare i confini nazionali: per la prima volta, infatti, verrà distribuito anche all’estero.

Dispensa sosterrà l’Associazione ONLUS fondata da Massimo Bottura devolvendo 1 euro per ogni copia del sesto numero venduta. Un’iniziativa di cuore e di pancia, che contribuisce generosamente alla campagna di raccolta fondi di Food for Soul e che incoraggia a continuare a sognare e lavorare sui progetti 2017.

Il tema da cui prende vita l’ultimo numero è la musica, declinato in salse e protagonisti diversi da ogni autore. Tra loro anche Cristina Reni, project manager di Food for Soul, che racconta a ritmo carioca il progetto del Refettorio Gastromotiva di Rio de Janeiro, e sulle note dello Zecchino d’oro, il progetto in collaborazione con Antoniano Onlus per l’apertura serale della Mensa Padre Ernesto di Bologna.

La scelta di Food for Soul di raccontare e raccontarsi a Dispensa nasce dalla compatibilità dei valori di bellezza ed estetica, ma anche quello del riuso: il magazine infatti è stampato su carta prodotta da scarti di cibo. Una collaborazione che promuove la stessa missione, pur da ambienti diversi, sottolinea la necessità di guardare al mondo del cibo e del nutrimento in una concezione olistica e comprensiva, che possa mirare allo sviluppo e alla diffusione di un vero e proprio messaggio culturale.

E’ possibile acquistare Dispensa sullo shop online o presso i distributori presenti in questo elenco.