Una start-up di Los Angeles trasforma gli scarti della produzione di birra in barrette 

Quella di bucce, gambi e avanzi è una vita dura -ma può anche essere lunga. Molte pratiche di consumo odierne si limitano a sfruttare dei prodotti alimentari esclusivamente in determinati segmenti della loro vita, o utilizzandone solo alcune parti: pensiamo al caffè in polvere, le erbe essiccate da infusi, ma anche a bucce e torsoli di frutta che finiscono nel cestino perché non altrimenti utilizzabili, almeno secondo i metodi d’impiego standard entro cui siamo abituati a immaginarli.

Ma il potenziale degli scarti destinati alla spazzatura può a tutti gli effetti esprimersi in numerosi benefici, primo tra tutti quello nutrizionale: oltre a essere commestibili e soprattutto appetibili, molti alimenti contengono una carica energetica anche dopo la cottura o l’impiego in cucina. Ancora, possono rientrare nel ciclo ambientale come materiale compostabile, così da avere non solo un minore impatto sul pianeta ma contribuendo significativamente alla sostenibilità ecologica.

Attraverso una conoscenza approfondita del sistema alimentare e l’applicazione più o meno accidentale di idee innovative, molte imprese giovani e creative hanno visto negli scarti anche un potenziale economico.

Una di queste storie è quella di Re-Grained,  start up nata a Los Angeles che trasforma i cereali utilizzati nella produzione della birra in barrette snack. Dal loro birrificio casalingo, i fondatori Dan e Jordan sono andati oltre lo sfruttamento della materia prima solita dei mastri birrai, considerando i cereali nella loro complessità e non solo per la loro carica zuccherina utile alla birrificazione. L’orzo, infatti, contiene un’alta carica di proteine vegetali e di fibre che lo rendono un vero e proprio superfood. Le sperimentazioni dei ragazzi sono passate per diverse fasi (tra cui anche la panificazione) che li hanno condotti alla produzione e al lancio delle barrette IPA miele e mandorle e Stout cioccolato e caffè.

La produzione delle barrette di “birra da mangiare” è solo un tassello di una più ampia visione, che mira a potenziare gli ecosistemi urbani a fare di più con meno. Re-Grained lavora costantemente per lasciare un impatto positivo sulla comunità e sul pianeta in cui opera attraverso la creatività e l’innovazione.

In alto i boccali -e le barrette: cheers a Dan e Jordan!

Photo credits: www.regrained.com